Amelia Earhart: identificati i resti ritrovati negli anni ’30

Amelia Earhart: identificati i resti ritrovati negli anni ’30

Amelia Earhart: identificati i resti ritrovati negli anni ’30

La sua morte è stata avvolta nel mistero per quasi 80 anni. Molte sono infatti le teorie che nei decenni sono nate intorno alla scomparsa di Amelia Earhart, aviatrice passata alla storia come prima donna ad aver attraversato in volo l’Oceano Pacifico. Partita nelle prime ore del 2 luglio 1937 da Lae, città della Papua Nuova Guinea, con l’intento di sorvolare il globo e archiviare così un altro importante primato, fece perdere i contatti radio mentre cercava di raggiungere la piccola isola di Howland.

La notizia fece il giro del mondo in brevissimo tempo: l’allora Presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt autorizzò l’impiego di 10 imbarcazioni e 66 aerei per le operazioni di soccorso. Gli sforzi tuttavia non diedero i propri frutti. Sebbene fossero state coperte circa 250.000 miglia quadrate di oceano, le autorità decisero di sospendere le ricerche il 19 luglio 1937. Amelia Earhart Fu dichiarata ufficialmente morta solo alcuni anni più tardi, nel 1939.

Ritrovati l’anno successivo in un’altra isola, i suoi resti furono ritenuti appartenenti ad un individuo di sesso maschile. Questo però fino a che la rivista Forensic Anthropology non ha sorpreso tutti con il risultato di una nuova ricerca, condotta da Richard Jantz, del Centro di Antropologia Forense all’Università del Tennessee. Gli scienziati hanno effettuato nuove misurazioni, grazie anche all’ausilio delle nuove tecnologie.

artecultura

Related Posts

Fiera del Libro per Ragazzi, l’evento è virtuale: appuntamento online il 4 maggio

Commenti disabilitati su Fiera del Libro per Ragazzi, l’evento è virtuale: appuntamento online il 4 maggio

Andrea Prencipe interviene alla tavola rotonda virtuale promossa da Luiss e Sciences Po: uno sguardo sul futuro post-pandemia

Commenti disabilitati su Andrea Prencipe interviene alla tavola rotonda virtuale promossa da Luiss e Sciences Po: uno sguardo sul futuro post-pandemia

Andrea Prencipe (Luiss): ecosistemi collaborativi e innovazione per il futuro del mondo accademico

Commenti disabilitati su Andrea Prencipe (Luiss): ecosistemi collaborativi e innovazione per il futuro del mondo accademico

Smart learning per smart worker: il processo di apprendimento al tempo del coronavirus

Commenti disabilitati su Smart learning per smart worker: il processo di apprendimento al tempo del coronavirus

10 anni di Fondazione FS: intervista al Direttore Generale Luigi Cantamessa

Commenti disabilitati su 10 anni di Fondazione FS: intervista al Direttore Generale Luigi Cantamessa

Giovanni Lo Storto a Radio 24: l’importanza della formazione e il progetto “Mediterraneo”

Commenti disabilitati su Giovanni Lo Storto a Radio 24: l’importanza della formazione e il progetto “Mediterraneo”

Innovatori 2021, Andrea Prencipe: bisogna mantenere l’eredità storica dell’educazione ma adattarla al nuovo mondo digitale

Commenti disabilitati su Innovatori 2021, Andrea Prencipe: bisogna mantenere l’eredità storica dell’educazione ma adattarla al nuovo mondo digitale

L’Ipl: istruzione, troppi precari

Commenti disabilitati su L’Ipl: istruzione, troppi precari

Luiss: le dichiarazioni del Rettore Andrea Prencipe sui risultati raggiunti nel “QS World University Rankings by Subject 2023”

Commenti disabilitati su Luiss: le dichiarazioni del Rettore Andrea Prencipe sui risultati raggiunti nel “QS World University Rankings by Subject 2023”

Arturo Bastianello: la partnership commerciale tra Pam e Arimondo per una spesa all’insegna della qualità

Commenti disabilitati su Arturo Bastianello: la partnership commerciale tra Pam e Arimondo per una spesa all’insegna della qualità

leave a comment

ghjghjgh

Create Account



Log In Your Account