I 12 libri finalisti del Premio Strega 2021

I 12 libri finalisti del Premio Strega 2021

I 12 libri finalisti del Premio Strega 2021

Sono stati annunciati i dodici finalisti del Premio Strega 2021, il premio letterario che viene assegnato ogni anno a un libro pubblicato in Italia dal 1947. Quest’anno, sembra che le dodici storie hanno un denominatore comune: la casa. Date le circostanze che ci hanno accompagnato per tutto il 2020 e che, purtroppo, continuano ancora a farlo, in cui la casa è diventata il nostro unico mondo, si tratta sicuramente di “una coincidenza su cui riflettere”, ha fatto notare Melania Mazzucco, prima di leggere i nomi dei finalisti. 

Ecco di seguito i titoli degli scrittori che arriveranno alla semifinale del 10 giugno.

Il libro delle case di Andrea Bajani

Lo scrittore ci offre un viaggio attraverso i cambiamenti che negli ultimi quarant’anni hanno interessato le nostre case, dall’architettura esterna agli interni, andando da un lato a definire e dall’altro a rispecchiare le nostre identità.

Il pane perduto di Edith Bruck

Edith Bruck, sopravvissuta all’inferno di Auschwitz, torna a raccontare la sua esperienza dopo sessant’anni dall’uscita del suo primo libro. Questa volta parla di come sia stato vivere con i campi di sterminio impressi nella memoria.

Splendi come vita di Maria Grazia Calandrone

È la storia di una bambina adottata e del rapporto con suo madre, che va inclinandosi sempre di più, provocando un costante e quotidiano dolore. È la storia della scrittrice e di sua madre, ma è anche la storia di ognuno di noi con la propria madre.

L’acqua del lago non è mai dolce di Giulia Caminito

Sono gli anni duemila e Gaia cresce in un mondo fatto prevalentemente di oggetti posseduti o negati, lontano dalla foga delle grandi battaglie politiche e civili che hanno caratterizzato le epoche precedenti, forse però la sua è una battaglia ancora più grande: sconfiggere l’infelicità.

Sembrava bellezza di Teresa Ciabatti

La scrittrice si sofferma sul personaggio di Livia, una donna sui cinquanta anni dalla bellezza disarmante che però a causa di un incidente è rimasta bloccata nella mente di un’adolescente. Livia è l’emblema di quello che accadrebbe se la giovinezza si cristallizzasse in un presente immobile. 

Borgo Sud di Donatella Di Pietrantonio

Donatella Pietrantonio torna a parlare del rapporto madre-figlia, mettendo però in primo piano il legame forte e al contempo oscillante tra sorelle che riescono a trovare salvezza e conforto l’una nell’altra.

Cara Pace di Lisa Ginzburg

Il rapporto con la sorella è ciò che segna anche Maddalena, che si sente costretta nei ruoli che le hanno imposto. Decide di ritornare a Roma, nei luoghi dell’infanzia, per liberarsi dalle costrizioni mentali e aprirsi finalmente alla vita.

Le ripetizioni di Giulio Mozzi

Lo scrittore ci accompagna in un romanzo che si potrebbe dire atemporale e aspaziale, dove l’unica certezza è la ripetitività che scandisce la vita di Mario, un uomo che fugge costantemente dall’affrontare e reagire alla realtà.

La casa delle madri di Daniele Petruccioli

Ernesto ed Elia sono due gemelli nati da una famiglia appartenente alla borghesia colta e che, come tutti, faticano a rimuovere certi ricordi dalla propria memoria, la quale è invece ben conservata dalle mura domestiche.

Due vite di Emanuele Trevi

Le due vite sono quelle di Rocco Carbone e Pia Pera, entrambi scrittori morti prematuramente che in vita erano legati da un’amicizia pura e profonda, libera dallo zampino di quell’ozioso infame di Eros.

Adorazione di Alice Urciuolo

A fare da sfondo alla storia c’è la morte di una ragazza, Elena, uccisa per mano del fidanzato. Dopo un anno dall’accaduto, gli amici continuano a fare i conti con la loro perdita, reagendo ognuno di loro in maniera diversa, tra vergogna e desideri passionali.

L’anno che a Roma fu due volte Natale di Roberto Venturini

La protagonista è Alfreda, un’accumulatrice seriale con disturbi del sonno che crede di parlare con l’attrice Sandra Mondaini, ancora sofferente per la separazione dal marito. Alfreda farà sua missione quella di ricongiungere i defunti Sandra e Raimondo.

artecultura

Related Posts

L’MBA Imprenditori CUOA in visita da Serenissima Ristorazione

Commenti disabilitati su L’MBA Imprenditori CUOA in visita da Serenissima Ristorazione

«Prossima fermata l’Italia»: Massimo Pessina, Presidente di Pessina Costruzioni, interviene al convegno dell’associazione «Umbria Domani»

Commenti disabilitati su «Prossima fermata l’Italia»: Massimo Pessina, Presidente di Pessina Costruzioni, interviene al convegno dell’associazione «Umbria Domani»

Come certificare un edificio: arriva il sistema di valutazione degli immobili

Commenti disabilitati su Come certificare un edificio: arriva il sistema di valutazione degli immobili

I 3 eventi internazionali per startup e scaleup in Italia

Commenti disabilitati su I 3 eventi internazionali per startup e scaleup in Italia

EUSEW 2017- a giugno Settimana Ue per energia sostenibile

Commenti disabilitati su EUSEW 2017- a giugno Settimana Ue per energia sostenibile

La cultura tra innovazione e sostenibilità: Carlotta Ventura (A2A) all’evento organizzato da Massimiliano Montefusco

Commenti disabilitati su La cultura tra innovazione e sostenibilità: Carlotta Ventura (A2A) all’evento organizzato da Massimiliano Montefusco

L’Oréal organizza la 7° edizione del Citizen Day

Commenti disabilitati su L’Oréal organizza la 7° edizione del Citizen Day

Verona, Forum Economico Eurasiatico: l’intervento di Paolo Gallo (Italgas) su innovazione e digitalizzazione nella rete gas

Commenti disabilitati su Verona, Forum Economico Eurasiatico: l’intervento di Paolo Gallo (Italgas) su innovazione e digitalizzazione nella rete gas

Mario Putin con Serenissima Ristorazione sponsor della seconda tappa del progetto “Egitto Pompei”

Commenti disabilitati su Mario Putin con Serenissima Ristorazione sponsor della seconda tappa del progetto “Egitto Pompei”

leave a comment

ghjghjgh

Create Account



Log In Your Account