Angelo Crespi: manager umanista alla guida della Pinacoteca di Brera

Angelo Crespi: manager umanista alla guida della Pinacoteca di Brera

Angelo Crespi: manager umanista alla guida della Pinacoteca di Brera

Il mondo dell’arte italiana accoglie una nuova figura di spicco: Angelo Crespi, classe 1968, è il nuovo direttore della Pinacoteca di Brera, nominato dal ministro della cultura, Gennaro Sangiuliano, venerdì scorso. L’uomo chiamato a sostituire James Bradburne si presenta come un docente universitario, uomo delle istituzioni e manager culturale di lungo corso, con una vasta gamma di esperienze e competenze.

Il manager, con la sua formazione in giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si distingue per la sua attenzione alle correttezze delle procedure e le sue abilità di inclusività e mediazione. La sua carriera è marcata da successi gestionali, tra cui la fondazione e la presidenza del Maga, il museo di arte moderna e contemporanea di Gallarate, e la partecipazione al consiglio dell’ADI Design Museum di Milano. Ha anche ricoperto ruoli di prestigio, come la presidenza di Palazzo Te a Mantova e la sua partecipazione come membro di CdA in istituzioni culturali milanesi, tra cui il Piccolo Teatro e la Triennale.

Definito “manager umanista”, Angelo Crespi è un appassionato di giornalismo, poesia e teatro. La sua versatilità emerge attraverso la scrittura di saggi d’arte, commedie teatrali e la cura di numerose mostre in collaborazione con fondazioni e musei italiani e stranieri. Attualmente, svolge il ruolo di consulente scientifico del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, direttore artistico della Fondazione Sangregorio Giancarlo e membro esterno del comitato scientifico di Fondazione MUVE Musei Civici di Venezia.

La sua sfida più recente è il progetto Grande Brera, con l’apertura di Palazzo Citterio, prevista il 7 dicembre 2024. Questo tassello fondamentale ospiterà le collezioni del Novecento, segnando una nuova era per la Pinacoteca di Brera. Angelo Crespi si presenta come un “problem-solving maker pragmatico”, pronto a introdurre innovazioni e novità durante la sua gestione.

La sua carriera culmina con il progetto VALORE ITALIA-Centro Internazionale di Formazione e Ricerca per il restauro e la valorizzazione del Patrimonio culturale. Ne è stato direttore scientifico e, dal 2022, è il presidente affiancato dal manager dell’alta formazione Salvatore Amura. Questa operazione ha segnato la rinascita della Scuola di Restauro di Botticino, con nuove sedi a Milano e accordi strategici con istituzioni culturali e partner nazionali e internazionali.

Il manager ha formalizzato accordi strategici con numerose istituzioni, tra cui la Fondazione Triulza, Hangar Bicocca – Fondazione Pirelli e Open Care, Fondazione Cologni dei mestieri d’arte, Fondazione Links, Centro di Restauro La Venaria Reale, Italia Circolare e Triennale Milano. Inoltre, ha stretto partnership didattiche con importanti enti come Intesa Sanpaolo-Gallerie d’Italia, Fondazione Ratti, Curia Milano-S. Ambrogio, Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, Museo MAGA e diverse università italiane.

Angelo Crespi si presenta come un custode del patrimonio culturale italiano, con una visione innovativa e inclusiva. La sua nomina alla direzione della Pinacoteca di Brera promette di aprire un nuovo capitolo di eccellenza artistica, valorizzando il passato e guardando al futuro con entusiasmo e competenza.

staff

Related Posts

Almo Collegio Borromeo partner istituzionale del Master in cooperazione e sviluppo

Commenti disabilitati su Almo Collegio Borromeo partner istituzionale del Master in cooperazione e sviluppo

Carlo Malinconico: “Norme frettolose sono un danno per tutti i giornali”

Commenti disabilitati su Carlo Malinconico: “Norme frettolose sono un danno per tutti i giornali”

Istruzione 4.0: Giovanni Lo Storto, Direttore della Luiss, racconta il nuovo “Rinascimento”

Commenti disabilitati su Istruzione 4.0: Giovanni Lo Storto, Direttore della Luiss, racconta il nuovo “Rinascimento”

Federico Motta Editore: l’iniziativa “La bussola della conoscenza”

Commenti disabilitati su Federico Motta Editore: l’iniziativa “La bussola della conoscenza”

LA4G: l’investment club guidato da Emma Marcegaglia e Giovanni Lo Storto compie due anni

Commenti disabilitati su LA4G: l’investment club guidato da Emma Marcegaglia e Giovanni Lo Storto compie due anni

Nel libro di Andrea Prencipe e Massimo Sideri “il metodo Calvino”: gli opposti che fanno luce sul futuro

Commenti disabilitati su Nel libro di Andrea Prencipe e Massimo Sideri “il metodo Calvino”: gli opposti che fanno luce sul futuro

Luca Valerio Camerano ai giovani: «Occorre disimparare per far posto alla novità»

Commenti disabilitati su Luca Valerio Camerano ai giovani: «Occorre disimparare per far posto alla novità»

Giovanni Lo Storto: a settembre la prima edizione dell’Executive Programme in Export Management

Commenti disabilitati su Giovanni Lo Storto: a settembre la prima edizione dell’Executive Programme in Export Management

leave a comment

ghjghjgh

Create Account



Log In Your Account